Future Manager Italy Insights

Cosa NON è un Temporary Manager?

Posted in
peggy-anke-MPnn435Dr9w-unsplash-1024x683

Author: Future Manager Research Center 

Uno dei precursori del servizio di Temporary Management in Italia, Albino Collini, definisce i Temporary Manager attraverso un’espressione che, seppur colorita, rende perfettamente l’idea: “i TMan sono persone che cercano pedate dove mettere il fondoschiena”. Oltre alla spiccata ironia di questa affermazione, ciò che viene messo in risalto è l’alta componente di rischio e responsabilità di cui i TMan scelgono di farsi carico. Il profilo tipico di un Temporary Manager e il suo impiego sono ormai ben noti, tuttavia esistono degli errori comuni in cui si incappa parlando di Temporary Management.

Non si tratta di una professione a cui può facilmente avere accesso qualsiasi tipo di manager, così come non è un mestiere che interessa esclusivamente i manager a fine carriera. Per potersi considerare un buon Temporary è certamente necessario essere stati dei manager di successo, ma questa condizione non è sufficiente. Dati i tempi spesso brevi dell’intervento e la delicatezza delle questione da gestire, le competenze tecniche non bastano. Le capacità che non possono mancare ad un TMan riguardano in particolare la sfera etica e psicologica: in occasione degli interventi di Temporary Management i manager che ricoprono tale incarico vengono a contatto con informazioni di grande sensibilità, motivo per cui non si può prescindere dal possedere un’etica e una morale inattaccabili. Per non parlare dei livelli di stress psicologico a cui un TMan viene sottoposto, i quali necessitano che l’individuo in questione possegga una forma mentis equilibrata e professionale.

Per quanto riguarda il momento in cui un manager sceglie di assumere il ruolo di Temporary, i dati a noi pervenuti sono interessanti.  Dalle esperienze europee emerge come sia in atto un movimento di progressiva diminuzione dell’età di coloro che valutano seriamente il Temporary Management come una possibile opzione professionale: già oggi molti giovani manager di successo, nella fascia d’ età 30-35 anni, mostrano reale interesse per questo tipo di carriera.

Un’altra precisazione riguarda il luogo comune che vede il servizio di Temporary Management come analogo a quello della consulenza. Fate attenzione perché un TMan non è un consulente. Questa percezione erronea del TMan ha preso piede nel tempo dal momento che esistono consulenti che si presentano come dei veri Temporary Manager nonostante non lo siano. Sarebbe quasi più corretto dichiarare il contrario, ovvero che in alcune circostanze il TMan opera in veste di consulente, tuttavia non va confuso l’aspetto contrattuale con l’aspetto sostanziale e concreto dell’incarico e delle competenze richieste al manager. Il TMan gestisce ed esegue, mentre il consulente consiglia.  Chiariamo ulteriormente: ciò non significa nemmeno che il TMan possa essere un’alternativa alla consulenza, sono semplicemente due ruoli differenti, anche se i mondi da cui provengono presentano non pochi punti in comune. Tutto ciò è dimostrabile dal fatto che spesso l’intervento di Temporary Management viene preceduto da uno di carattere consulenziale effettuato da agenzie altamente specializzate, con lo scopo di identificare le leve critiche su cui l’intervento stesso del TMan dovrebbe operare. Il modo forse più corretto di interpretare il ruolo del TMan è racchiuso in una terza via, un’opzione che sta al confine tra la consulenza e la dirigenza tradizionale, attraverso la quale l’azienda può dotarsi di risorse finalizzate al miglioramento delle performance e delle capacità di gestione.

Altra puntualizzazione d’obbligo è che il Temporary Management non è lavoro interinale. Sebbene siano entrambe posizioni non permanenti vengono utilizzate per scopi diversi. La differenza fondamentale tra lavoro temporaneo a contratto e interinale è il livello sul quale operano. La gestione ad interim opera su figure professionali generalmente di profilo più basso; infatti oggigiorno i maggiori operatori nel settore del Temporary Management provengano dalla consulenza o dalla ricerca di manager di alto livello.