Future Manager Italy Insights

Metti alla prova il tuo Candidato per acquisire un Vero Talento

Posted in
annie-spratt-JexAuNCfefs-unsplash

Author: Future Manager Research Center

Il processo di screening e selezione del personale porta a prendere importanti decisioni riguardo l’acquisizione di talenti.

Basarsi esclusivamente sulle informazioni fornite dai candidati all’interno dei loro CV può rappresentare un grande rischio per il recruiter. Esse, infatti, risultano molto spesso insufficienti o poco attendibili.

Grazie al progresso tecnologico, sono molti gli strumenti digitali che facilitano la ricerca di risorse di talento. Tali strumenti sono, oggi, indispensabili per la pianificazione di un processo di selezione, che funziona al meglio quando si combinano diversi tipi di valutazioni per delineare il profilo completo del candidato.

In particolare, l’intelligenza artificiale ha svolto un ruolo fondamentale nell’automazione di alcune tipologie di test somministrate ai candidati. Questi test sono cruciali perché permettono al recruiter di acquisire dettagli relativi alle hard e soft skills che dai CV non emergono in maniera immediata ed evidente.

In base alle informazioni necessarie per selezionare i candidati, possono esserci diverse tipologie di test con lo scopo di esplorare diverse aree di competenza e le abilità.

I test attitudinali sono progettati per valutare competenze relative allo svolgimento di determinate attività e sono necessarie per comprendere l’attitudine del candidato all’acquisizione delle skills necessarie attraverso programmi di formazione.

I test di abilità cognitiva sono, invece, previsti volti a testare la propensione del candidato al problem-solving, all’acquisizione di nuove conoscenze in ambito lavorativo e all’implementazione di determinati processi mentali.

I test della personalità possono rivelarsi uno strumento prezioso attraverso cui acquisire diverse informazioni relative agli interessi, agli atteggiamenti, alle capacità relazionali e alla motivazione dei candidati.

Infine, i test di integrità sono utili nel caso di candidati “ad alto rischio”.  Si tratta di risorse umane che mettono in pratica comportamenti controproducenti come ad esempio assenteismo, ritardi reiterati, eventuali frodi o furti e dipendenza dalle droghe.

Dunque, se utilizzate correttamente, le valutazioni basate sull’intelligenza artificiale possono aiutare le aziende a prendere decisioni più ponderate nella selezione di talenti ad alto potenziale.