Future Manager Italy Insights

RPO c. MSP: Similitudini e Differenze

Posted in
RPO

Author: Future Manager Research Center

Quando si parla di esternalizzazione del processo di selezione, tra le diverse soluzioni, quelle più adottate sono l’RPO e l’MSP.

L’RPO, recruitment process outsourcing, consiste nel trasferire parzialmente o integralmente le responsabilità di selezione del personale ad un’azienda esterna. Questa soluzione comprende uno staff specializzato e l’utilizzo di tecnologie innovative per ricercare candidati, selezionarli e assumerli.

L’MSP, managed service provider, è invece rappresentato da un’azienda che agisce esternamente per facilitare la crescita e il successo del business del cliente. Attraverso la creazione di specifici programmi, i servizi MSP servono per rendere più efficiente l’attività del cliente con l’utilizzo di tecnologie innovative volte alla ricerca di personale contingente.

Ma cosa distingue un RPO da un MSP? E che cosa invece lo accomuna?

La principale differenza tra i due servizi è che mentre l’RPO gestisce il processo di selezione di candidati per ruoli permanenti, un MSP si occupa di reclutare la forza di lavoro contingente, come liberi professionisti, consulenti e collaboratori che non entreranno a far parte dello staff nel lungo periodo.

Un’altra differenza sta nel metodo di ricerca e selezione dei candidati. Se, da una parte, l’RPO ricerca talenti nel proprio network personale, utilizzando una tecnologia ATS (applicant tracking system); l’MSP seleziona il personale sfruttando network di reclutamento terzi e, quindi, la tecnologia VMS (vendor management technology).

Queste due possibili soluzioni hanno come vantaggi comuni quelli di permettere all’azienda di risparmiare tempo e denaro, di aumentare la diversificazione del personale e di automatizzare i lunghi processi di selezione tradizionali.

In base alle specifiche esigenze di ogni azienda, si valuterà la scelta di una o dell’altra soluzione: se un business necessita di un numero elevato di posizioni contingenti e ricerca al tempo stesso un talent pool diversificato, la scelta ideale ricadrà sull’MSP; nel momento in cui, invece, l’azienda richiede un personale altamente qualificato, con delle competenze tecniche elevate, specialmente in ambito ingegneristico, l’RPO è la soluzione più efficace.